I Canestrelli con Composta e i Calicioni delle Monache

canestrelli1Due dolci che sicuramente non vi capita tutti i giorni di assaggiare nei ristoranti. Due ricette storiche, dalle origini antiche, tramandate attraverso le generazioni su appunti e ricettari casalinghi, recuperate e riproposte al Rapulé: i dolci di oggi sono i canestrelli con la composta di frutta ed i calicioni delle Monache.

La ricetta dei canestrelli era conosciuta già nel Medioevo e oggi è diffusa in tutto il Piemonte. La cottura, anticamente, avveniva su piastre doppie in ghisa direttamente sulle braci nel camino e la tradizione vuole che i tempi di cottura si contassero con «un’ Ave Maria recitata con devozione», evitando il Padre nostro, troppo lungo. Era uso comune incidere su una delle piastre utilizzate per la cottura le iniziali di famiglia, non sappiamo se per un vezzo o per la necessità in caso di prestito. Le ricette variano da paese a paese, con l’aggiunta di nocciole, cioccolato, farina di mais e creme. Quella del Rapulé è una versione antica, che proviene da un “quadernetto” di famiglia, dono di un caro amico. In assenza dello speciale e storico strumento, ci si può procurare uno strumento per waffel. Ottimi serviti con una composta di mele o una confettura d’albicocca.

Ricetta di origine monastica, come suggerito dal nome, quella dei calicioni delle Monache è riportata con alcune varianti in 50celebri trattati di cucina del 1500 ed è presente nei quaderni delle monache cuciniere di molti conventi di clausura. Le monache raccontano che usavano prepararli per le feste religiose o per “addolcire” la severità dei Vescovi durante le visite pastorali, stendendo un fragrante strato di pasta fresca che accoglieva il morbido ripieno ottenuto amalgamando la confettura di albicocche con la pasta di mandorle.

Durante la Fiera del Rapulé entrambi i dolcetti vengono serviti da figuranti in costumi d’epoca medievale appartenenti ad un gruppo che ha fatto della rievocazione storica la propria ragion d’essere. La loro simpatia e l’abilità nell’imitare usi e costumi di un tempo vi immergerà ancor più nell’atmosfera del periodo storico in cui queste ricette sono nate e vi incoraggerà ad affrontare a cuor leggero l'”impervia” salita della Chiesa, unica via per raggiungerli.

I Canestrelli con Composta ed i Calicioni delle Monache sono proposti dal Gruppo Storico Asinari, potete gustarli in Piazza Castello.


Per la mappa completa del percorso enogastronomico fai clic sull’icona qui sotto.

miniatura

Torna all’elenco dei piatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *